Materiali Isolanti

Materiali Isolanti

Materiali isolanti

Uno dei temi più importanti di questo ultimo periodo è l’isolamento termico. Per isolare bene un edificio si possono utilizzare diversi materiali e diverse tecniche costruttive.

La scelta del materiale sicuramente non è semplice, bisogna conoscere le proprietà, le caratteristiche delle strutture da isolare e le prestazioni che si vogliono ottenere.

Il potere isolante dei vari materiali dipende dalla conducibilità termica.

Conducibilità termica

La conducibilità termica rappresenta un rapporto specifico tra due elementi, vale a dire il flusso di calore e il gradiente di temperatura. Con flusso di calore intendiamo la quantità di calore trasferita tra i due materiali. Mentre per il gradiente di temperatura intendiamo il mezzo che permette di provocare il passaggio di calore. Quindi si può dire che con conducibilità termica intendiamo la capacità di un materiale di trasmettere calore, e dipende quindi molto dalla sua natura. L’unità di misura è la Lambda.

Per confrontare i vari materiali bisogna sapere che a piccoli valori di Lambda corrisponde un elevato potere isolante. Quindi per isolare bene un abitazione bisogna scegliere materiali con valori di Lambda molto bassi.

Inoltre è di fondamentale importanza lo spessore del materiale. A maggior spessore coincide un maggior isolamento.

Tipologie di materiali

I materiali isolanti si dividono in 4 gruppi principali:

  • Sintetici: ovvero dei composti chimici dal costo molto contenuto. Però, nell’ultimo periodo sono i meno utilizzati per la difficoltà di riciclo e per la scarsa salubrità;
  • Di origine animale: sono quelli più utilizzati nelle intercapedini;
  • Isolanti di origine minerale: sono tutti quelli ricavati dalle rocce, e sono i migliori soprattutto se l’abitazione presenta delle infiltrazioni o troppa umidità;
  • Isolanti di origine vegetale: sono le fibre di legno, il sughero e la cellulosa.

I più comuni sono polistirene espanso,fibra di legno, sughero, poliuretano, la lana di roccia e la fibra di vetro.

Inoltre, oltre alla bassa dispersione di energia termica, un buon isolante deve avere altre 3 caratteristiche. Deve essere non tossico, stabile (ovvero non attaccabile da muffe e parassiti) e resistente al fuoco.